IL POTERE DEL DESIDERIO

PROGETTO INFANZIA…

 

In questo articolo un pò provocatorio, vorrei persuadere tutte le figure che saranno portatori di esempio, come i genitori verso i figli, i professori verso gli alunni o le religioni verso i credenti. Nella mia infanzia, oltre a non aver ricevuto insegnamenti culturali, che a mio dire, non sono stati stati adeguatamente trasmessi da coloro che mi stavano accompagnando verso la maturità, quindi la scuola, la religione e i genitori. Non ho ricevuto la cosa più importante: quella di saper desiderare, costruire un obiettivo, che in seguito avrei potuto percorrere. Questo vuoto coscienziale, di cui sono venuto a conoscenza poi da grande, mi ha insegnato molto l’importanza di spiegare ad un bambino come poter formulare un desiderio di sano principio.

“In fondo, devo ringraziare coloro che con me non l’hanno fatto, poiché mi hanno reso oggi consapevole di questo processo.”

Ritengo intollerabile continuare a tener nascosta, immutata, questa disciplina del saper desiderare, e che ne abbiamo tutto il pieno diritto e la possibilità di fruizione. Purtroppo questo processo non è chiaro nemmeno a chi si ritrova ad essere “maturo”; lo sviluppo dei desideri che può ottenere l’uomo è consequenziale ad un percorso spirituale. Proporre alle scuole di ritagliare parti di lezione, anche brevi, per orientare le giovani menti, a nuovi significati che non abbiano a che fare con le usuali discipline didattiche. Questo orientamento potrebbe ridurre l’immaturità del ragazzino prevenendo situazioni di disagio sociale, come il bullismo, la prostituzione, la tossicodipendenza. Questo compito è dei genitori e di tutti coloro che vogliono realmente cambiare questo mondo, contribuendo in un vero miglioramento di vita, che non sempre può essere affidato a religioni e alla solita intellettualità mentale. E necessario partire dalle radici dell’essere cioè dall’infanzia. Determinate qualità, IL POTERE DEL DESIDERIO,  emergono a persone che non hanno un rango ben preciso, ma le riconosci dal modo in cui riescono a far distinguere nella materia l’uguaglianza della coscienza.

SPERO DI ESSERE STATO  CHIARO NELL’ESPRIMERMI ATTRAVERSO QUESTO ARTICOLO…NON LASCIANDO AL CASO LO STESSO SCRITTO, RITENENDOLO FRUTTO DELLA MIA ESPERIENZA: DOBBIAMO CONTRIBUIRE AD UN CAMBIAMENTO DI COSCIENZA…!

GRAZIE PER LA LETTURA E PER QUELLO CHE FARETE IN MERITO!

    Antonio Giardino
 “Un Nuovo Cammino”
    – Inizia a Vivere –

images

Pensiero del giorno 31/07/2015

Trasforma i tuoi miglior pensieri in desideri…da essi struttura un determinato obiettivo…in fine costruisci un percorso così da poter raggiungere la meta stabilita…

(Inizia a Vivere)

Pensiero del giorno 31/07/2015 – Antonio Giardino

bunner pensieri

L’INIZIO

Dopo il primo libro che ho scritto si è aperto un varco. Un percorso che traccia “all’essere” un inizio verso una nuova coscienza. Il libro apre “un nuovo cammino”, che è presupposto di successive opere e futuri corsi che possono organizzarsi, “l’essere” può risvegliarsi interiormente acquisendo così consapevolezza di ciò che realmente è; Infine riuscirà a gestire e dominare, grazie a questo percorso, il proprio IO interiore.

Non sono il solo ad avere accesso a questa nuova coscienza, un nuovo modo di percepire il mondo vedendone la perfezione. Oggi la “vecchia coscienza” si priva di apprezzare la sua realtà coltivando lamentele. Sono nate tante ideologie che si sono affiancate a quelle già esistenti, ma colui che, veramente vuole rinascere auspicando a questo tipo di percezione per essere infine felice, detto nella vecchia maniera “conoscere ed entrare nel regno dei cieli”, deve iniziare un percorso che si proietta verso la consapevolezza della propria sperimentazione. Metabolizzando l’esistenza dell’anima, identificandosi con essa e consapevolizzando la tangibilità di ospitare un corpo che attraversa questa dimensione per un numero indefinito di anni.

L’anima sceglie questo percorso per evolvere parti di essa, che in questa dimensione e forma possa sviluppare. La mente è ostacolo, rinchiude l’anima, non le permette di esprimersi con la sua voce, l’AMORE. La liberazione, non altro che il risveglio, deve percorrere una strada di auto-realizzazione. Conoscere il proprio giudizio e la natura di cui si alimenta. Conoscere così gli attaccamenti provenienti dalla materia che l’hanno reso schiavo. Di conseguenza, inizierà a concettualizzare il vero amore, quello avulso di condizioni. In tutto questo, l’Auto-osservarsi, in ciò che il proprio corpo e le proprie azioni abitudinali agiscono agli ordini provenienti dalla vecchia coscienza (IO interiore), è fondamentale anzi è la chiave del cambiamento. Infine si riesce a stabilire l’equilibrio, una permanenza di pace assoluta mentale, fisica e spirituale. Chiunque devii questo processo, ostinandosi con superficialità e facendosi ostacolare dall’ego, si condanna a soffrire. In termini biblici si sviluppano antinomie tra paradiso e inferno.

 

Paradiso: felicità, il suo significato comprende vivere nella pace sempre entrando nel regno di DIO;

Inferno: significa che l’essere soffre sempre e delle volte senza capirne nemmeno il motivo…

Scegliendo di rimanere assopito in questa realtà che nega l’accesso al paradiso.

BUON LAVORO INTERIORE…

Diventa tu il dominatore del tuo IO…

 

 

Antonio Giardino

(Inizia a Vivere)

aang_foto1

Ti ricordo che puoi acquistare il mio libro

e iniziare un nuovo percorso verso la consapevolezza

di una nuova coscienza.

UN NUOVO CAMMINO 

-Inizia a Vivere-

piatto_giardino

LA NUOVA COSCIENZA

Gli anni o anche secoli, hanno erso una coscienza duale fondata sulla materia, attraverso diverse culture, modi di pensare e di vedere il mondo, caratterizzato da lamentele che portando all’essere sofferenza. Dopo aver coltivato tutto questo, oggi tocca a noi raccoglierne i frutti. Se ci rendessimo conto che il fruttato non ci soddisfa, significa vedere il mondo come qualcosa che sta andando in rovina. In questo modo si peggiorerà la situazione senza contribuire ad un suo miglioramento che dovrebbe proiettarsi verso la felicità, un nuovo raccolto. Vedere la perfezione del mondo ci condurrà a dover per forza ottenere un cambiamento, che poi si propagherà verso la propria vita, innalzando la coscienza in un piano superiore. A volte bisogna fermarsi e riflettere su cosa i saggi, poi divenuti maestri di vita, volevano trasmetterci. Loro testimoniato la possibilità di vivere eternamente attraverso lo spirito.

“GUARISCI DALLA MALATTIA DEL MATERIALISMO E TROVERAI CIO’ CHE STAVI CERCANDO”…

 

Antonio Giardino

(Inizia a Vivere)

Ti ricordo che puoi acquistare il mio libro 

e iniziare un nuovo percorso verso la consapevolezza

di una nuova coscienza.

UN NUOVO CAMMINO 

-Inizia a Vivere-

piatto_giardino

LA FASE INIZIALE

L’essere lascia le proprie azioni nelle mani della superficialità, incorrendo così in delusioni. Se veramente si vuole mettere fine a questo processo, bisogna attuare un lavoro su di sé. Si inizia con il saper prostrarsi a coloro che a sua volta si piegano, ricevendo così insegnamenti di natura spirituale, valori e principi, una sorta di filosofia, per vivere bene in questa dimensione. Ci sono molti casi che testimoniano questo dovere e volere, per esempio quando un cattolico va in chiesa, colui che ha fede in Gesù, si inchina all’altare dando vita in quel momento ad una conversazione intrinseca con il supremo, chiedendo la sua grazia, il perdono, i suoi insegnamenti, affinché si possa vivere in pace nella propria vita, a contatto con l’amore. Stessa cosa dicono i “Veda”, religione induista, quando parlano di krsna(DIO) loro pronunciano spesso la parola “piegarsi” a questa coscienza suprema (DIO). Il senso rimane sempre quello di affidarsi ad un’energia divina, che può svelarti in concomitanza insegnamenti per accedere alla conoscenza del vero sé. Continuando a indicarci la strada che porta alla consapevolezza, per poter costruire un nuovo IO interiore ed essere collegati sempre con la divinità. Una nuova personalità fondata su principi e valori spirituali lasciando quelli di natura materiale. Risvegliarsi, trovare lo spirito nella materia, diventare un guerriero spirituale. In questo nuovo percorso, l’ego(vecchia personalità) cercherà sempre di compromettere il guerriero spirituale(il nuovo IO), quindi il lavoro su di sé dovrà essere la vostra nuova casa. 

 

Antonio Giardino

(Inizia a Vivere)

download (2)

Ti ricordo che puoi acquistare il mio libro 

e iniziare un nuovo percorso verso la consapevolezza

di una nuova coscienza.

UN NUOVO CAMMINO 

-Inizia a Vivere-

piatto_giardino