L’equilibrio della psiche

 

 L’equilibrio della psiche

È bello pensare che potrebbe esistere una strada per poter diventare ciò che realmente siamo, per conquistare la felicità o il magnetismo perfetto per stare infine economicamente meglio. Questi pensieri, che diventano convinzioni nella psiche umana, sopprimono quelle poche possibilità di risvegliarci alla dimensione realistica. 

In giro se ne sentono di tutti i colori, hanno inventato qualsiasi tipo di definizione, che ritrae una possibilità di risveglio…

..ma risveglio a cosa – e di cosa?…se non siamo coscienti che dormiamo, e nemmeno sappiamo in che modo interpretarlo. Se non scoprissimo prima tutto il marcio che è in noi, i nostri pensieri sbagliati, le nostri abitudini, i meccanismi automatici che fanno della nostra creatività un ossessione, della nostra libertà la sofferenza…trasmigrando il senso primario della vita in qualcosa di materialmente usufruibile, come potremmo risvegliarci senza prima la giusta comprensione di ciò che “ORA siamo”. 
ARTICOLI

Effettuando l’accesso in un cammino di risveglio, di rinascita, senza la consapevolezza di quanto non comprendiamo la vita, si otterrà così una visuale ridotta di ciò che realmente siamo e cosa è realmente la vita; non andremo da nessuna parte, ma avremo sempre maggiore sofferenza. Per incamminarci nel viaggio verso la rinascita, ossia una rinascita da intendere spirituale, bisogna necessariamente piantare dei punti fermi cosicché possiamo misurare ogni nostro pensiero o azione – assiduamente. Poter creare questa nuova visione della vita, richiede un profondo sforzo che in pratica altro non è, che disintegrare le vecchie personalità raggiunte con la bramosia di avere qualcosa con un rapporto intrinseco col potere, anch’esso da intendere diversamente da come concepito sino ad oggi. 

Studiare se stessi è cosa buona, ma non è facile come sembra. Se fosse stato una materia da dover studiare a scuola sicuramente non eravamo qui a scrivere, ma purtroppo ciò non può essere né insegnato ne indottrinato da nessuno. 

Esistono diversi modi affinché possiamo divenire più desti nella vita, che non è un aumento di furbizia per fare soldi o diventare facilmente qualcuno che ha qualcosa più degli altri, bensì essere più desti davanti alla sofferenza e divenir così felici in una realtà mal concepita oltre che psicologicamente distrutta. Queste modalità, ossia situazioni che possono attuare uno sforzo conscio e spaziare in altre dimensioni coscienziali, possono essere raggiunte nella vita da persone che col tempo riescono finalmente a percepire energie diverse interiormente, e che conduce a pensare che la vita non è tutto quello che pensiamo che sia. Questo primo pensiero fa strada, un inizio di esplorazione di ciò che prima non osavamo sperimentare minimamente, ad esempio la sperimentazione intrinseca – delle proprie paure. Ciò conduce per forza di cose a oltrepassare i propri limiti, giorno dopo giorno, imparando a vivere l’attimo sfuggente, senza dare più spazio a pensieri immaginari che vanno in spazi e forme diversi di quello in cui si trova la realtà veritiera. Arrivare a questo stato di consapevolezza, uno stato di coscienza naturale, quale si percepisce il valore primario di ogni cosa, l’uguaglianza e l’integrità dell’universo, richiede lavoro assiduo dell’individuo che è disposto con fervore e gratitudine ad affrontare quotidianamente. Egli Comprende e intuisce sin da subito che deve cambiare qualcosa, se volesse realmente esprimere se stesso con magnificenza. 

Quindi amici cari, potrete affidarvi a chiunque, a qualsiasi prete, guru o coach spirituale, non è detto che essi non siano nella vostra stessa situazione o ancora peggio, più addormentati di voi. 

 

UN ABBRACCIO DA antoniO! 

 

 PROSSIMI APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA:

– NUOVO LIBRO – Morire è…Vivere

– Tour in INDIA – IN GRUPPO

info.antoniogiardino@gmail.com PER TUTTE LE INFO 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *