Dai più bassi titoli di studio ai più

alti principi di vita,

quello più importante è “Vivere”.

Vivere ha un senso, scoprirlo è… 

un obbligo dell’uomo.

antoniO giardinO nato a Crotone, città calabrese, consegue un lavoro interiore che lo conduce a divulgare ciò che diventa esperienza vissuta. Egli sostiene che l’uomo medio, e per medio s’intende un qualcosa che arriva a metà strada e si ferma, vive senza svilupparsi, trattenendo uno stato di incoscienza pre-costruita, senza accorgersi minimamente di essere una perfetta macchina bio-logica. antoniO non ha nessun titolo di studio, ne in filosofia ne in teologia e nemmeno in letteratura, ma sostiene di essere un uomo “quasi” libero, così lo racconta, forse per attirare l’attenzione di qualsiasi esemplare conducendoli infine ad una riflessione con se stesso; Il – quasi – sta al centro, tra la conoscenza e la non-conoscenza, poiché la libertà l’uomo la innesca solo dopo che si rende disponibile a conoscere, senza il desiderio di “arrivare”.

ALTRE ATTIVITÀ DI ANTONIO

LIBRI

UN CALOROSO ABBRACCIO.

Antonio Giardino