Oggi è nato il nuovo libro Morire…è Vivere, così in occasione scriviamo quanto segue.

Il libro nasce dall’urgenza di dover cambiare, ossia di dover colmare i ritmi vertiginosi che l’uomo ha raggiunto. La sofferenza è facilmente palpabile, il paradosso è –  che è sempre al primo posto. Egli però vive come se la propria vita fosse tranquillamente regolare, anche se i fatti testimoniano tutt’altro.

Chiunque provasse a leggere il libro, l’invito è di analizzare dentro di sé i dialoghi trascritti, poiché l’autore non ha nessuna funzione ne responsabilità per la vostra sofferenza. Prendere in mano, afferrando con cura ciò che c’è scritto, riflettendo con attenzione sui passaggi e i concetti, può condurvi ad una realizzazione di ciò che realmente è. Infatti nella copertina anteriore ho scelto un secondo titolo in basso, ove esplicitamente vi invito a prendervi la piena responsabilità del vostro modo di essere. Poiché ciò che è la vostra vita oggi è una conseguenza di ciò che siete ora, non possono esserci scuse per accomodare o sostituire tali responsabilità.

La vita ha dei principi insostituibili, che non possono essere messi da parte come sta succedendo oggigiorno negli uomini. Essi trascurano la vera essenza della vita, bensì la degradano, la violentano, utilizzando termini e leggi che permettono queste crudeltà. Però se dentro di voi non si accendesse quella lampadina che serve ad illuminare le zone oscure e vuote, questo libro resterà immutato come tutti gli altri.

Come dico nel Libro: COLUI CHE SCRIVE PUO’ FAR POCO, MA CHI LEGGE, PUO’ FAR TANTO…

PER INFO SUL LIBRO CLICCA QUI

SALUTI antoniO!